Consigli per i portatori di protesi

Istruzioni per una corretta igiene

La pulizia della protesi e della bocca necessita di circa 1/2 ora al giorno, così ripartita:

Mattino: 10 minuti

Dopo il pranzo: 5 minuti

Prima di coricarsi: 15 minuti

La protesi va pulita con acqua fredda con un apposito spazzolino (ne esistono in commercio tipi particolari per protesi); per i punti meno accessibili consigliamo di usare uno spazzolino da denti.

La protesi va spazzolata delicatamente, per evitare abrasioni, con  un sapone neutro, in tutte le sue parti e risciacquata altrettanto accuratamente, sempre con lo spazzolino, per completare la pulizia disinfettare con prodotti specifici seguendo attentamente le istruzioni, questo per evitare l’accumulo di placca batterica.

Nel tempo un accumulo di tartaro è quasi inevitabile, in questo caso è sconsigliato il fai da te, potreste creare una superficie ruvida e rigata che favorirebbe il repentino riformarsi del tartaro, che oltre all’aspetto estetico contribuisce all’alitosi e all’accumulo di microrganismi che causano infezioni. Il consiglio in questo caso è di rivolgervi allo specialista che provvederà ad un’accurata lucidatura.

Le mucose saranno lavate con acqua fredda e contemporaneamente massaggiate con gli indici di entrambe le mani. Il palato sarà massaggiato con entrambi i pollici per riattivare la circolazione.

E’ pure utile un massaggio sulle guance per rilassare i muscoli mimici.

Anche la lingua deve essere spazzolata per rimuovere placca e pigmenti.

Con queste semplici manovre la vostra protesi avrà sicuramente lunga vita.

In caso di rottura della protesi, ricordatevi di non incollarla potreste danneggiarla irrimediabilmente.

 

CONTATTACI

Laboratorio odontotecnico ODI3
via Massari 252 TORINO
tel. 0112260138

 

E-mail: odi3lab@libero.it